Tag Cloud

Alimentazione (22)
Aromaterapia (3)
Fitoterapia (27)
Preparazioni galeniche (1)

WP Cumulus Flash tag cloud by Roy Tanck requires Flash Player 9 or better.

15 mar

LE ALLERGIE STAGIONALI: CURE NATURALI

Come ogni anno l’arrivo della primavera ci dona il miracolo del rinnovamento e della rigenerazione della natura. Questo fermento creativo porta però con sé anche la silenziosa e invisibile diffusione dei pollini liberati nell’aria. È un momento atteso con una comprensibile preoccupazione da chi soffre di allergie stagionali. La primavera è il periodo in cui le allergie esplodono. Il sistema immunitario fatica ad adattarsi ai cambiamenti meteorologici e ambientali, irrigidendosi in una sorta di eccessiva autodifesa contro tutto ciò che vive come “altro da sé” e quindi nemico. L’allergia non è che una risposta esagerata del sistema immunitario a una sostanza innocua, ma riconosciuta come dannosa per l’organismo. E gli organi-bersaglio sono proprio quelli deputati allo scambio con l’esterno, primi fra gli altri le vie respiratorie. Starnuti, naso che gocciola, congestione e ostruzione nasale, lacrimazione agli occhi sono i “classici” sintomi del raffreddore da fieno, spesso accompagnato anche da prurito al naso e alla gola, cefalea e senso di intontimento. All’inizio della primavera il colpevole principale è il vento carico del polline dagli alberi, mentre in tarda stagione è l’erba (molto spesso le graminacee) che inizia a causare problemi. L’aspetto peggiore delle allergia primaverili è che i segni e i sintomi si verificano durante i giorni caldi, secchi o ventilati, quando c’è un sacco di polline e di muffa nell’aria.La sostanza in questione è detta allergene: i motivi che inducono il sistema immunitario a rispondere in maniera anomala ad essa non sono chiari. Pare, però che l”incremento sistematico delle allergie è certamente dovuto all’inquinamento atmosferico, ma non solo: anche un intestino disbiotico (che sostiene il 70% del nostro sistema immunitario) dal terreno costituzionale predisposto e non ultimo, si pensa che la depressione del sistema immunitario grazie all’inoculazione dei vaccini nei lattanti porti il sistema immunitario a non saper contrastare ciò che è bene e ciò che è male per il nostro organismo e quindi è reattivo in maniera spropositata.
I rimedi naturali
Il Ribes Nigrum è il rimedio naturale consigliato per combattere il raffreddore da fieno. I suoi principi attivi stimolano le ghiandole surrenali, incentivando la produzione di cortisolo, che, attivato naturalmente, aumenta senza superare il livello ben tollerato dall’organismo. Questo non accade con la somministrazione chimica di cortisone, che presenta sgradevoli effetti collaterali (tra cui gonfiore e abbassamento delle difese immunitarie). Ottimo per dermatiti anche ed eczema, svolge un’azione specifica contro il raffreddore da fieno, le congiuntiviti e la bronchite allergica.
Dosi consigliate: si usa sotto forma di gemmo-derivato. La posologia prevede dalle 20 alle 50 gocce di macerato glicerinato sciolte in acqua, 2/3 volte al giorno, per salire poi dalle 30 alle 70 gocce nelle fasi più critiche. In questo caso, se la crisi allergica è molto forte, le gocce si possono assumere sotto la lingua, per favorire un immediato assorbimento. Se gli strascichi dell’ allergia, come tosse secca e raucedine, faticano a risolversi, il Ribes si può associare a Rosa canina, da assumere in queste dosi: macerato glicerinato I DH: 50 gocce 1-2 volte al giorno; nei bambini 30-40 gocce 1 volta al giorno.
Altro rimedio naturale è costituito dal MANGANESE oligoelemento, per la sua capacità di modulare il terreno costituzionale allergico del soggetto. Anche l’UNCARIA per la sua proprietà immunomodulante del sistema immunitario. Nell’omeopatia i rimedi sono molteplici e il medico omeopata avrà l’accortezza di utilizzare il più proprio a seconda del soggetto e quindi del terreno costituzionale: ALLIUM CEPA, SABADILLA, PULSATILLA, BELLADONNA, EUPHRASIA sotto forma di collirio, DULCAMARA, LACHESIS ecc… Addentrandoci nella micoterapia, i funghi agendo in profondità sono adattogeni di tutti i sistemi organici e sono utilissimi in tutti i casi di allergia e sono REISHI, CORDYCEPS, SHHITAKE, ABM e anche i funghi sono utilizzati secondo terreno costituzionale.
Altri consigli naturali sono:
1. Bere più acqua
E’ importante bere almeno 8/10 bicchieri d’acqua al giorno in modo da sostenere la pulizia naturale che l’organismo effettua quotidianamente. Sembra infatti che nel 38% dei casi si riesca ad alleviare i sintomi dell’allergia semplicemente rimanendo ben idratati nel corso della giornata.
2. Bere tè verde
Il tè verde, ormai si sa, è ricco di antiossidanti tra cui l’epigallocatechina gallato (EGCG) che blocca l’istamina e l’immunoglobulina E (IgE). Entrambe queste sostanze, prodotte naturalmente dal nostro corpo, sono collegate ai sintomi allergici ecco perché aumentando l’ EGCG si riduce la loro produzione con una conseguente riduzione dei più fastidiosi sintomi allergici. Si dovrebbero bere 2-3 tazze di tè verde al giorno per ottenere i migliori risultati (meglio evitare latte e latticini in quanto producono muco e possono aggravare le allergie).
3. Aumentare il consumo di cibi che contengono quercetina
La quercetina è un flavonoide con effetto antiossidante, anti-infiammatorio e anti-istamina. Ha la capacità non solo di ridurre i sintomi dell’allergia ma anche di migliorare la funzione polmonare. Tra gli alimenti che contengono la maggiore quantità di quercetina ci sono mele e cipolle ma altre buone fonti da aggiungere quotidianamente alla propria dieta sono: frutti di bosco, cavolo, cavolfiore, frutta a guscio e tè bianco, verde e nero.
4. Estratto di ananas
Un valido aiuto contro l’allergia può essere poi l’estratto di ananas. Cos’è che rende questo frutto esotico un alleato contro le allergie? La bromelina, enzima con azione antinfiammatoria che si è rivelato utile nei confronti di diversi problemi dell’apparato respiratorio tra cui la sinusite.

Naturalmente quelli elencati sono rimedi generici, è sempre buona cosa prevenire la vostra allergia recandovi da uno specialista che saprà consigliarvi al meglio e impronterà sulla vostra situazione specifica la terapia più idonea.